IL PERCORSO


Il percorso della strada ferrata transmongolica si snoda tra San Pietroburgo e Beijing attraversando paesaggi dal fascino sconfinato e grandi città. Ovviamente è consigliata almeno una tappa a Mosca e a Ulan Bator.

In Russia, se avete tempo è sicuramente interessante visitare anche Ekaterinburg; 17 Km a est della città sorge l'obelisco che segna il confine tra Europa e Asia. Da qui si possono organizzare escursioni nei monti Urali che, approssimativamente, costituiscono un confine naturale tra i due continenti anche se nell'immaginario degli abitanti del luogo questo confine (come tutti i confini politici) risulta essere molto vago.

Non saprei consigliare altri luoghi di interesse da qui al lago Baikal anche se, sicuramente, passare dei giorni a contatto con la vita quotidiana siberiana in qualche lontana cittadina russa nei dintorni di Omsk o di Krasnoyark deve essere un'esperienza unica, sconsigliata ai freddolosi e a chi non ha voglia di finirsi le mani a forza di gesti per farsi capire dagli indigeni che non parlano una parola di inglese.

Il lago Baikal invece presenta diverse attrattive. Già di per se è un luogo mitico per i suoi record: è il lago più profondo del mondo nonché la più grande riserva di acqua dolce al mondo. La sua superficie è più grande del Belgio e costituisce il 20% delle riserve idriche mondiali. Le attività che si possono praticare qui sono innumerevoli: nuotare è la più ovvia a patto che si resista all'acqua fredda e alle possibili vertigini che alcuni nuotatori hanno sperimentato quando hanno messo la testa in acqua e si sono accorti di galleggiare su uno strapiombo di 1620 metri.

In invervo è possibile attraversarlo da una parte all'altra in macchina perchè la superficie si ghiaccia. Nei suoi dintorni è possibile fare gite a bordo di slitte trainate dai cani, cavalcare sulla spiaggia, visitare le grandi foreste siberiane, pescare, fare birdwatching, andare in giro in overcraft e un sacco di altre cose. Si può inoltre visitare l'isola di Olkhon che si trova vicino alla riva ovest del lago e che è considerata il più importante centro di energia sciamanica per gli sciamani dell'Asia Centrale.

Si possono visitare molte cittadine. Irkutsk è la metà preferita di molti turisti, da qui partono i treni della ferrovia Circumbaikalica che costeggiano il lago e offrono dei bei panorami a picco sull'acqua. Ulan Ude (circa 70 Km dal lago in direzione est) è un'altra possibilità: è la capitale della Repubblica Autonoma della Buriazia dove vivono i Buriati, un popolo con le sue antiche tradizioni e le sue credenze sciamaniche. A Ulan Ude c'è la testa di Lenin più grande del mondo. Da qui partono treni e autobus per il confine con la Mongolia (dove si trovano dei bei villaggi) o direttamente per Ulan Bator.

Ulan Bator non ha bisogni di presentazioni. Solo il nome evoca immagini di luoghi ai confini della realtà. E' consigliata una sosta prolungata nella città da dove si possono organizzare escursioni giornaliere o di più giorni nel Terelji National Park o a Karakorum (la capitale dell'impero di Gengis Khan) o ancora ai templi buddisti intorno alla città.

Da Ulan Bator partono treni diretti per Beijing e treni regionali che percorrono i villaggi mongoli del deserto del Gobi. Sainshand è un buon posto per organizzare escursioni in jeep, a cavallo o su un cammello nei territori isolati e sconfinati del secondo deserto più grande del mondo. Arrivati a Zamyn-Uud, dove le dune di sabbia arrivano fin dentro il paese, si può passare il confine tra Mongolia e Cina in taxi, autobus, taxi collettivo o treno.

Beijing (o Pechino) richiede quanti più giorni possibili di visita. Oltre alle attrattive della città si può visitare la muraglia cinese e si possono prendere treni per visitare qualsiasi zona del paese ad esempio Shanghai (10 ore di treno) o Lhasa in Tibet (3 giorni di treno). Da Beijing partono anche treni per Hong Kong e Macao, per Hanoi in Vietnam nonché i treni della Transmongolica e della Transmanciuriana in direzione ovest.

9 commenti:

hotel ha detto...

Che bell'itinerario!

Chiara Cianella ha detto...

Ciao! Mi piacerebbe sapere, se possibile, quanto tempo hai impiegato facendo queste tappe per raggiungere Pechino da Mosca e quanto hai speso (non considerando i voli)
Grazie!

Francesco Dendi ha detto...

Ciao Chiara, Ho impiegato 5 settimane per arrivare a Shanghai partendo da Mosca. Sinceramente non ricordo quanto ho speso per il mio viaggio: sono passati 8 anni.

Direi che se ti vuoi godere il viaggio, esplorare la Siberia e la Mongolia e magari fermarti un po' in Cina, devi prenderti almeno 5 settimane per fare questo viaggio.

Anonimo ha detto...

Ciao Francesco,vorrei fare transmongolica da sola fino ad Ulaan Bataar. Necessita comunque il visto cinese? Esistono scompartimenti solo per una persona? Grazie mille.Jenny

Anonimo ha detto...

Non è più attivo il blog?

Francesco Dendi ha detto...

Ciao Jenny, se non entri in Cina non hai bisogno di un visto per la cina. Se parti da Mosca e arrivi a Ulan Bator il problema non sussiste. Non so se esistono scompartimenti per una sola persona, probabilmente si ma nei treni più cari, quelli di lusso.
Ti posso dire per certo che esistono scompartimenti per due persone: anche in seconda classe, ogni carrozza ha una cabina da due (mentre tutte le altre sono da 4).
Buon Viaggio! Francesco

Anonimo ha detto...

Ciao, vorrei fare la transmongolica nel mese di luglio, non avrei a disposizione un giorno in più... Può bastare? Starei poco a beijing, che ho già visto...
Inoltre, come faccio a prenotare i treni senza appoggiarmi ad agenzie? Ovvero... Mi conviene decidere prima le tappe e prendere i ticket da un luogo all'altro oppure esiste un ticket unico che mi permette di fermarmi dove voglio?
Grazie mille, ciao!

Francesco Dendi ha detto...

ciao @Anonimo, Un mese è sufficiente per fare tutto il percorso da Mosca a Beijing, avere il tempo di fermarsi nei luoghi più belli e godersi qualche giorno nella capitale cinese prima di ripartire.
Ti consiglio di acquistare tutti i visti in precedenza e di calcolare il tuo percorso prima di partire: fallo in modo abbastanza preciso così da non avere imprevisti e non giocarti per strada dei bei giorni di viaggio. I biglietti dei treni li puoi comprare online da solo per i treni russi (trovi il link sul blog). Non penso che esista un biglietto unico che ti permette di fermarti dove vuoi (ma controlla bene, perché magari adesso esiste...).

Buon Viaggio!
Francesco :)

Unknown ha detto...

Ti ringrazio molto...pensavo di fare solo un tratto di transmongolica da irkutsk a Ulaan Bator visto che a settembre farò la crociera sul Volga e visitero'gia' Mosca