CONTINUARE IL VIAGGIO...

Se siete arrivati fino a Beijing con la ferrovia Transmongolica e non ne avete ancora abbastanza di viaggiare in treno e se siete riusciti ad arrivare fino a Shanghai e vi sono rimasti un po' di soldi in tasca, potete prendere il traghetto che parte due volte a settimana per Kobe e Osaka in Giappone in modo da poter visitare queste due città oltre a tutte le altre attrattive che il Giappone offre, quali Tokyo e il monte Fuji. Questo è il sito della compagnia di navigazione: Shanghai Ferry Co.; è possibile prenotare il bilglietto scrivendo un'email dal sito. I cittadini Italiani non hanno bisogno di visto giapponese per soggiorni inferiori ai 90 giorni.

Se invece preferite restare sul continente potete raggiungere il Vietnam con il treno diretto da Beijing a Hanoi in Vietnam (40 ore di viaggio) oppure , partendo da Shanghai, si può prendere il treno giornaliero da Shanghai a Nanning (nel sud-ovest del paese) e da Nanning prendere il treno o il bus fino a Hanoi o fino a Dang Dong sul confine tra Cina e Vietnam.

Il visto per il Vietnam si può fare a Beijing o a Shanghai in pochi giorni (circa 5 giorni lavorativi) o a Nanning ma con tempi di attesa un po' più lunghi (sul web gira voce di attese di 10 giorni lavorativi). Una volta entrati in Vietnam non ci sono ostacoli burocratici fino a Singapore. E' quindi possibile visitare tutto il Sud-Est Asiatico, che oltre a essere stupendo è anche abbastanza economico: si può attraversare da nord a sud il Vietnam fino a Ho Chi Minh per poi entrare in Cambogia dove vi verrà rilasciato il visto all'entrata nel paese sia che si entri via terra che all'aeroporto. Phnom Penh, Siem Reap e Angkor Wat sono le località da visitare assolutamente e se c'è tempo anche le deserte e incontaminate spiaggie cambogiane. Da Siem Reap si raggiunge facilmente Bangkok e quindi le spiagge della Thailandia fino a scendere a Kuala Lumpur in Malesia e, infine, a Singapore. Thailandia, Malesia e Singapore non richiedono visti ai cittadini italiani che si recano in questi paesi per soggiorni turistici.

Un'altra possibilità è rappresentata dal confine tra Cina e Nepal. Infatti è possibile raggiungere Lhasa in Tibet da Beijing con il treno diretto che impiega 3 giorni. Dopo aver visitato il Tibet si può entrare in Nepal attraverso la strada di frontiera chiamata Friendship Highway e quindi visitare Kathmandu, Pokara e la catena himalayana. Quindi arrivare fino in India dove è possibile esplorare le diverse regioni di questo grandioso subcontinente. Presto sarà possibile arrivare fino in Sri Lanka se India e Sri Lanka decideranno di ripristinare il traghetto tra Chennai e Colombo. Nepal e India richiedo il visto per i cittadini italiani.

5 commenti:

bruno ha detto...

semplicemente fantastico - hai fatto una cosa eccezionale ed oltretutto il blog è fatto bene - Ti ammiro molto - Vorrei sapere di dove sei e quanti eravate in viaggio (dalle foto suppongo due)- Complimenti

Francesco Dendi ha detto...

Ciao, ti ringrazio. Si, eravamo in due. Se hai bisogno di una mano per organizzazre il viaggio chiedi pure a me. Ormai sono diventato un tour operator specializzato in Transiberiana: proprio in questi giorni ho aiutato un amico a organizzare tutto il viaggio che lo porterà fino al sud-est asiatico.

Andre Hazir ha detto...

Ciao io e la mia futura moglie vogliamo fare questo viaggio per il nostro viaggio di nozze, arrivare in mongoliae poi in cina e girare un po'..potremmo prendere un aereo dal vietnam per tornare.quanto tempo ci vorrà?noi abbiamo a disposizione un mese e mezzo circa... come facciamo per i vusti di russia e cina ce li concedono anche per entrare via terra?grazie mille e complimenti per il blog!

Francesco Dendi ha detto...

Ciao Andre,

@Andre, mi sembra un splendida idea!
Un mese e mezzo direi che va bene per fare tutto il viaggio via terra, fermarsi nei posti più belli, andare un po' in esplorazione...

Puoi entrare e uscire via terra senza problemi nelle stazioni di frontiera più trafficate. Io ho usato anche punti di frontiera minori e non ho mai avuto problemi.

I visti: si, te li concedono per uscire e entrare via terra, l'importante è saper comunicare alle autorità (specialmente a quelle russe) i giorni in cui esci e entri.

Non esitare a scrivermi per altre info (Anche via il mio account Google+)

Ciao :-)

Ruby Holidays ha detto...


Il mondo è un libro e quelli che non viaggiano ne legge solo una pagina..................VIAGGI TRIANGOLO D’ORO INDIA & VIAGGIO INDIA DEL SUD