PROCURARSI I VISTI

Procurarsi i visti di ingresso per Russia e Cina può essere più complicato di quanto si creda.

Infatti per ottenere il visto turistico per entrare in Russia c'è bisogno obbligatoriamente di un invito da qualcuno che risiede in Russia o da una organizzazione che lavora in Russia, di una o più prenotazioni alberghiere per tutta la durata del soggiorno, dei voli di andata e ritorno con date chiuse, di una assicurazione medica valida in Russia e di un sacco di pazienza per farsi ascoltare da qualcuno della burocrazia russa che si occupi di farvi il visto.

Se si è in grado di procurarsi tutta la documentazione necessaria (cosa che richiede un po' di tempo quindi pensateci in anticipo) si può andare al consolato russo a Roma, Milano, Genova o Palermo e richiedere il visto che vi sarà conseganto in 7-10 giorni lavorativi, 3 giorni se fate la procedura urgente che costa un po' di più.

Una situazione simile si verifica quando si richiede il visto cinese (sui moduli ricordatevi di scrivere sempre le date in questo ordine: anno-mese-giorno) anche se al consolato cinese sembrano un po' più elastici, mentre non ci sono particolari problemi per il visto mongolo che va richiesto al consolato mongolo di Torino o di Trieste.

Il visto turistico russo è valido per un massimo di 30 giorni e comunque vale dalla data in cui entrate in Russia fino alla data di uscita, lo stesso vale per il visto cinese. Il visto turistico mongolo viene concesso per 30 giorni ed è valido entro 3 mesi dalla data di rilascio.

Per sorvolare tutta una massa di telefonate, viaggi in treno, fogli, fotocopie, marche da bollo eccetera, ci si può affidare ad una agenzia che faccia tutto questo al posto vostro in cambio di una commissione: sono un po' di soldi in più ma voi non dovrete occuparvi di niente. Esistono diverse agenzie che offrono questi servizi on-line tra le quali le agenzie anglo-russe Real Russia e Way to Russia che tra l'altro sono in grado di organizzarvi tutto il viaggio ferroviario e gli alloggi alle fermate. In Italia ci si può rivolgere ad agenzie quali Euroest a Roma o All Russian Tour a Milano, entrambe con contatti stretti con la Russia e che vi faranno ottenere il visto senza che vi dobbiate occupare di niente (a parte pagare!).

Sono graditi commenti, opinioni, feedback su tutte le agenzie e i servizi citati in questo blog.

11 commenti:

Ilaria Lamberti ha detto...

Ciao! Ho letto con interesse tutto ciò che hai pubblicato sul tuo blog! Complimenti per il bellissimo viaggio! Io e il mio fidanzato partiremo a dicembre per un viaggio di un anno e la prima parte la vorremmo dedicare alla Transmongolica, quindi sto cercando di raccogliere quante più informazioni possibili. Mi potresti dare qualche dettaglio in più per il visto cinese? grazieeeeeeee! Ilaria

Francesco Dendi ha detto...

Ciao Ilaria,

Non dovresti avere grossi problemi ad ottenere il visto cinese. Quando ho fatto il viaggio sono entrato in Cina da Erlian, arrivando lì con treni regionali affollatissimi e lentissimi attraverso il deserto del Gobi. Ho un bel ricordo di quella parte di viaggio.
Se hai tempo e non hai fretta puoi richiedere il visto cinese quando sei in Mongolia: arrivi a Ulan Bator e vai a richiedere il visto; poi ti giri un po' la Mongolia e quando torni a Ulan Bator hai il visto pronto ad aspettarti per andare in Cina. ...Ovviamente è solo un'idea. Prima di partire informati presso l'ambasciata cinese in Mongolia per capire se puoi avere lì il visto (ma non vedo perché no). In alternativa puoi richiede il visto qui in Italia (ma in quel caso devi avere un piano di viaggio abbastanza preciso e conoscere i giorni di entrata e uscita dal paese.

Quale sarà il tuo percorso completo di viaggio? Son curioso di sapere...

Ciao
Francesco :)

Ilaria Lamberti ha detto...

Grazie Francesco per le preziose informazioni! Sul tragitto ci stiamo ancora lavorando ma indicativamente dovrebbe essere Mosca - Ekaterinburg - Irkutsk - ulaabaatar - Bejing - Shangai - Hong Kong - un giro in Vietnam/Laos/Cambogia per poi scendere verso la Malesia, Indonesia, Australia e arrivare in America direzione Nord verso Sud o Sud verso Nord è ancora da stabilire...Insomma è tutto in costruzione! I consigli sono ben accetti!!

Francesco Dendi ha detto...

Come idea di viaggio mi sembra a dir poco affascinante :)
Un paio di cose che mi vengono in mente al volo: a Irkutsk se hai tempo goditi il Baikal: vai a cavallo, visita le isole, visita Ulan Ude e i villaggi intorno al lago. In Mongolia se puoi esci dalla line principale (la Transmongolica) e visita i grandi spazi versi e il Gobi.
Se vuoi prima di partire posso darti qualche info anche per Stati Uniti, Perù e Cile. Ma mi pare che anche a voi informazioni e idee non manchino :)

Ilaria Lamberti ha detto...

Moltissimo volenti!!! Per noi é la prima esperienza così impegnativa e pur avendo girato un pochino negli anni passati, questo tipo di viaggio obbligatoriamente dovrà avere un'impostazione diversa! Avrei mille cose da chiederti!

Ilaria Lamberti ha detto...

Ciao Francesco! Stiamo affrontando il tema della richiesta dei visti mongolo e cinese. Meglio richiederli dall'Italia? Direttamente in Russia e in Mongolia? Tieni presente che non conosciamo ancora le date di ingresso nei paesi...help! Vorremmo stare in mongolia il meno possibile perché sarà dicembre/gennaio..

Francesco Dendi ha detto...

Ciao Ilaria, In linea generale, se uno ha tanto tempo a disposizione, mi sembrerebbe meglio richiederli nella nazione subito precedente a quella in cui si vuole entrare (ovvero richiedere il visto mongolo in Russia, il visto cinese in Mongolia eccetera). Detto questo, bisogna fare il conto con il fatto che il visto te lo rilasciano nelle capitali, pertanto quando richiedi il visto ti devi fermare in quella capitale per un po' di giorni finché il visto non è pronto. Quando io ho fatto il viaggio mi sono procurato tutti i visti in Italia perché più o meno (più o meno...) conoscevo le date di entrata e uscita dai vari paesi. Mi pare che il visto cinese sia valido per un limite di giorni (30? Non ricordo esattamente) mentre il visto mongolo, quando lo feci io, era valido un periodo di (mi pare) 30 giorni all'interno di 3 mesi: cioè era valido per un massimo di tre mesi dalla data di emissione, dal giorno in cui entravi nel paese avevi 30 giorni per stare in Mongolia e uscire.

Mongolia in dicembre? Penso che farà davvero freddino ... :)

Ilaria Lamberti ha detto...

Si in Mongolia farà parecchio freddo quindi vorremmo fermarci il meno possibile (io ho 1anno di aspettativa da dicembre a di dicembre). Proprio per questo volevo informarmi bene sulle tempistiche per i visti 😊 Quindi mi sembra di capire che per chiedere il visto giá dall'italia non é necessario sapere il giorno preciso di ingresso, per esempio in Mongolia e in Cina. Questo potrebbe farci risparmiare qualche fredda giornata!

Francesco Dendi ha detto...

Per la Mongolia non mi pare che tu debba dichiarare il giorno di entrata al momento della richiesta del visto... Ripeto: non mi pare. Controlla bene però perché le mie informazioni sui visti soon un po' datate e le cose cambiano. Telefona al consolato Mongolo e all'Ambasciata cinese e prendi informazioni precise.
Sicuramente la Mongolia in inverno avrà il suo fascino. E anche la Siberia! Se viene un bell'inverno freddo potrete attraversare il Lago Baikal in auto (sul ghiaccio!)

Ilaria Lamberti ha detto...

Grazie Francesco per le preziose informazioni!

kikkiriki ha detto...

procurati il vecchio Thomas Cook overseas timetable (ultima edizione 2010) potrebbe servirti per i collegamenti in Asia e non solo, per me è stato un validissimo aiuto.